MENU PRINCIPALE

Giostra antica originale dell’800 con cavalli in legno a grandezza naturale

La sola ed unica giostra veramente originale dell’800 con cavalli e carrozze in legno massiccio intarsiate e decorate a mano dai maestri dell’epoca.

La giostra Antica originale della famiglia Degli Innocenti arriva ai giorni nostri tramandata di generazione in generazione, dal bisnonno al nonno e al padre di Adriano Degli Innocenti che con l’aiuto della famiglia tutta, è riuscito a riportarla ai fasti delle epoche passate. Sì, delle epoche passate purtroppo, per questi gioielli di maestria e bellezza creati da mastri carrai e  della lavorazione del legno da Wiesbaden in Germania, dove si producevano oggetti di  tutti i generi derivanti dalla lavorazione del legno e che, per promuovere tale maestria, si prodigarono in costruzioni di “Caroselli”, questo è il nome originale a carattere Europeo che veniva dato a queste giostre, di cui pochi esemplari sono riusciti a sopravvivere alle mutazioni dei tempi, del divertimento e dell’inesorabile logorio degli agenti corrosivi e atmosferici che purtroppo hanno segnato la fine di questi bellissimi miracoli dell’ingegneria dell’epoca dedicata al divertimento. Una data certa di questa “Giostra Antica” rinvenuta nelle carte della famiglia, è datata 1820, mentre la data probabile della costruzione risale alla fine del ‘700. Questi dati possono essere forniti solo ed esclusivamente agli enti organizzativi che intendano affittare questa “Giostra Antica Originale” in una delle numerose manifestazioni che durante la vita di una città si andranno ad allestire nel periodo natalizio e anche in altro periodo non convenzionale. La storia finora  conosciuta, ci riporta al nonno Guglielmo (7 febbraio 1875), data stampigliata in rilievo sulla campana della giostra nell’anno della nascita dello stesso, e ancora funzionante. La campana serviva a dare il segnale di avvio del giro  ai cavalli posti all’interno del perimetro stretto della giostra, i quali, legati alla pavimentazione con una corda e posti uno diametralmente all’altro, si muovevano lentamente dando inizio al giro in giostra, i cavalli venivano sostituiti a turni di lavoro con altri freschi all’esterno della giostra (aveva già inventato il turnover), le luci si accendevano con l’acetilene, la musica arrivava dall’organo ad aria funzionante con i dischi di cartone e la giostra dava il via al divertimento per grandi e piccoli. Guglielmo Degli Innocenti sposa Elena Amedea Diana dalla quale ebbe 8 figli di cui l’ultimo maschio Cesarino Degli Innocenti, ebbe l’onere e l’onore di ereditarla e “Portarla” avanti nel tempo con la regola di non venderla mai a nessuno e per nessun motivo!!! Tale regola vige tuttora. Cesarino però ad un certo punto della nuova era, dopo la seconda guerra mondiale e più precisamente nel ’59 decide di farla “riposare” dalle fatiche di 200 anni e sostituirla con i più moderni e redditizi autoscontri. A dire il vero tali giostre hanno subìto sì l’arrivo degli autoscontri, declassandosi automaticamente da giostra per adulti e bambini a solo giostra per bambini ma che, con l’avvento delle più moderne giostrine a piatto fisso, che si vedono in  tutti i Luna Park  itineranti e in sede permanente anche in tutti i paesi italiani ed europei, tali giostre a cavalli divennero obsolete ed economicamente deficitarie anche perché le più moderne giostrine (non portando il logico rispetto ai gestori delle giostre a cavalli dell’epoca) iniziarono a montare sulle loro giostre anche i cavalli come figure di sostegno dei bambini, ed inoltre (dulcis in fundo) arrivarono a far vincere un giro omaggio di giostra a chi strappava il codino, cosa che sulla giostra antica originale dei cavalli non era possibile, e da qui iniziarono a chiudere i battenti pian pianino tutti i caroselli d’Italia eccetto qualche sporadico amatore e fra queste eccezioni la famiglia Degli Innocenti che per forza di volontà della mamma Guglielmina Chiari, moglie del Cesarino Degli Innocenti, volle imperiosamente che la giostra rimanesse alla famiglia e per tale scopo nel 1963 fece costruire un capannone per poterla ospitare al sicuro da pioggia e vento. La storia in seguito è quella nota  che si può vedere sul sito ufficiale della Johnny’s Games – www.divertiamo.com  dove per richiesta dei promotori del parco di Gardaland che la vollero per far rivitalizzare tale parco negli anni ’70, ricominciò la sua avventura tra piazze e città di tutta Italia, dove ancora oggi viene richiesta a piena voce e che per assurdo, non verrebbe accettata da quei gestori di giostrine tradizionali con le quali le “giostre antiche originali a cavalli ” non hanno nulla a vedere. Tale giostra si può affittare o noleggiare per tutti gli usi consentiti dalle leggi vigenti, dotata di tutti i documenti necessari per il funzionamento al pubblico pagante e non. L’ultima apparizione avvenuta in quel di Rapallo ( Ge) ha suscitato non poco stupore e interesse, cittadina alla quale voglio fare un ringraziamento speciale dell’ospitalità e della organizzazione adottata nel periodo natalizio 2014, così si creano i presupposti per proiettare le nostre città in uno scenario europeo dove “giostre a cavalli antiche originali”, ruote panoramiche oversize e altre attrazioni vengono allestite sistematicamente duranti tali periodi nei centri più in vista della città (Parigi, Londra, etc.), dando lustro alle stesse e nel contempo riabilitando lo spettacolo viaggiante tutto.

Giostra Cavalli Antica

Una mini gallery con alcune immagini storiche di una delle prime giostrine per bambini che viaggiavano con le ruote sopra ad una corsia, alcuni documenti dei personaggi “storici” sopra menzionati e la Giostra Antica Originale della Famiglia Degli Innocenti.

Giostra antica originale dell’800 con cavalli in legno a grandezza naturale